Osservatorio

per la realizzazione della Galleria di Base del Brennero

L’Osservatorio per la realizzazione della Galleria di Base del Brennero e della tratta di accesso sud è stato costituito nei primi mesi del 2007. La costituzione di questo ente è stato richiesto dal Comune di Fortezza e dalla Provincia Autonoma di Bolzano nell’ambito dell’autorizzazione della Galleria di base del Brennero.
L’Osservatorio è diretto da un organo composto da quattro membri tra cui figurano rappresentanti della Provincia e in particolare i rappresentanti delle Comunità Comprensoriali del Val d’Isarco e dell’Alta Val d’Isarco. In particolare questi ultimi costituiscono i diretti interlocutori della popolazione facendosi carico delle loro preoccupazioni. L’Osservatorio agisce indipendentemente dalla BBT SE e da RFI e accompagna, controlla e verifica tutte le singole fasi di costruzione.

Impatti sull’uomo e sull’ambiente

Il compito principale dell’Osservatorio è di ridurre al minimo possibile gli impatti sull’uomo e sull’ambiente. L’Osservatorio monitora gli interventi costruttivi e il rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza del lavoro e di igiene.

Tra le sue attività principali figurano anche la supervisione e la misurazione delle emissioni acustiche e delle vibrazioni, il controllo delle risorse idriche, delle sorgenti, della qualità dell’aria, della configurazione del cantiere e dell’ecosistema. In caso di superamento o mancato rispetto dei valori prescritti, l’Osservatorio emette un parere con disposizioni vincolanti.

Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione dell’Osservatorio viene eletto dall’assemblea plenaria e comprende quattro membri eletti per tre anni dai soci. La Provincia Autonoma di Bolzano invia due membri e nomina il Presidente. Gli altri due membri vengono decisi dalla Comunità Comprensoriale del Val d’Isarco e dell’Alta Val d’Isarco.

Maria Anna Gasser Fink (Presidente/Comunità comprensoriale Valle Isarco), Thomas Klapfer (Comunità comprensoriale Wipptal), Eros Magnago (Provincia autonoma di Bolzano) e Helmut Sinn (Provincia autonoma di Bolzano).

Comitato tecnico-scientifico

Il Comitato tecnico-scientifico sostiene e offre consulenza all‘Osservatorio in tutte le questioni rilevanti, formula delle proposte ed elabora perizie su programmi, progetti e studi scientifici. Il Comitato è composto da rappresentanti della Provincia Autonoma di Bolzano, dei Comuni interessati, dell‘Azienda Sanitaria, di BBT SE, di RFI e dai coordinatori della sicurezza dei vari lotti costruttivi. I membri del Comitato svolgono questo ruolo a titolo gratuito.